Frascati, è stata approvata nei giorni scorsi la delibera con la quale sono state istituite le prime zone residenziali periferiche

Frascati, è stata approvata nei giorni scorsi la delibera con la quale sono state istituite le prime zone residenziali periferiche

Frascati – Negli ultimi 20 anni Frascati ha cambiato fisionomia, molti quartieri anche lontano dal centro si sono sviluppati, è aumentato il numero dei residenti e, di conseguenza, anche la necessità di maggiori servizi e di una migliore qualità della vita.

Tra gli obiettivi programmatici dell’Amministrazione c’è quello di trasformare i quartieri in nuove centralità e la perimetrazione delle zone residenziali periferiche procede in questa direzione.

“La zona residenziale – chiarisce l’Assessore Claudio Cerroni – è una zona urbana in cui vigono particolari regole di circolazione a protezione dei pedoni e dell’ambiente, delimitata lungo le vie di accesso dagli appositi segnali di inizio e di fine. Nelle zone residenziali il limite di velocità sarà di 30 km/h e sarà possibile inserire i dissuasori di velocità. L’obiettivo è quello di limitare il passaggio delle autovetture il più possibile a quelle dei residenti, avendo la possibilità di utilizzare, per lo scorrimento più rapido, le arterie limitrofe più grandi”.

“La Giunta – spiega la Sindaca Francesca Sbardella – ha accolto un’esigenza del territorio e, grazie anche al lavoro dell’Ufficio Tecnico, abbiamo individuato le prime quattro zone: Macchia dello Sterparo, Cocciano vecchia, Spinoretico e Fausto Cecconi. A queste ne seguiranno altre, come ad esempio via Quarticciolo di Vermicino, che ha urgente bisogno di messa in sicurezza della viabilità”.

Condividi

AutoreL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: