Frascati, apre la stagione dello Spazio Teatro Faber, una serie di 9 appuntamenti dall’8 marzo al 28 maggio

Frascati, apre la stagione dello Spazio Teatro Faber, una serie di 9 appuntamenti dall’8 marzo al 28 maggio

Frascati – “Ci siamo impegnati moltissimo – spiega Fabrizio Federici, Direttore Artistico dello Spazio – abbiamo voluto costruire una stagione che fosse all’altezza delle aspettative del pubblico dando spazio alle tante anime culturali che costellano il nostro territorio; ma si è pensato di seguire un percorso anche di ampio respiro con artisti proveniente da tutta Italia; una programmazione multidisciplinare tra teatro, danza e musica, tra stand-up comedy, teatro di narrazione, commedia e dramma; tra classici e nuova drammaturgia contemporanea.

C’è tanta voglia di fare e di fare bene, dopo due anni in cui abbiamo dovuto tirare la cinghia, anche sotto il profilo della cultura, ecco che il 2022 può essere l’anno del rilancio. Questo Spazio vuole diventare un punto di riferimento per la scena teatrale dei Castelli Romani e il lavoro di quest’anno punta in quella direzione. Sono 9 gli spettacoli che andranno in scena fino al 28 maggio e nei quali crediamo tantissimo, fare teatro oggi è una delle cose più complicate che possano esserci ma tra passione, professionalità e tanto impegno ci si possono togliere tante soddisfazioni”.

La stagione 2022, in collaborazione con la compagnia Zerkalo – diretta dal regista Alessandro Machìa – e con il patrocinio del Comune di Frascati inizierà dunque il prossimo 8 marzo con un “Omaggio per la giornata della donna”, una giornata/evento con gli attori del laboratorio di arti sceniche di Massimiliano Bruno.

grafiche febbraio 2022

Sabato 12 e domenica 13 marzo “Monolocale – Home comedy” di Daniele Coscarella, Dario Tacconelli – Monolocale Produzioni.
Monolocale è una Home Comedy di performance teatrale. Il pubblico si ritrova immerso in uno spettacolo
coinvolgente, ricco di parole, musica e colpi di scena. Il risultato è un’esperienza tragicomica collettiva,
dove il pubblico è parte integrante della serata e protagonista.

grafiche febbraio

Sabato 26 e domenica 27 marzo “Amici, Amanti” di e con Andrea Tidona e Carla Cassola –
Produzione AC Zerkalo.
Andrea Tidona, vincitore del Nastro d’Argento per La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana, torna
in scena con Carla Cassola in un delicato, intenso, emozionante testo che racconta l’amore. L’amore come può essere a tutte le età: dall’infanzia alla senescenza.

Sabato 9 e domenica 10 aprile “Neve di carta” di Letizia Russo con Andrea Lolli e Elisa Di Eusanio
– regia Daniele Muratore – Produzione Florian Metateatro (Pescara)
Una struggente ballata scritta in versi da Letizia Russo tra due contadini abruzzesi del ‘900 che evoca il mito di Orfeo ed Euridice. Una storia poetica e drammatica che fa luce su un sistema sociale fondato
sull’esclusione e la paura del diverso.


Sabato 23 e domenica 24 aprile “Simu e Pùarcu” di e con Angelo Colosimo – regia Roberto Turchetta- Wobinda Produzioni (Bologna).
Un viaggio nel mondo della n’drangheta. Una famiglia nella famiglia, che si riunisce nel ventre di una
campagna per l’uccisione di un maiale, una ritualità dovuta, quasi necessaria, legata alla tradizione più
arcaica e contadina.

Sabato 30 aprile “Zio Antonio” di Paolo Vanacore – con Carmen Di Marzo – Compagnia Circuito Totale.
Un viaggio, breve, nell’Italia di circa trent’anni fa, breve perché purtroppo oggi la memoria si fa sempre più corta. Quando gli immigrati erano italiani e gli extra comunitari pure, un esodo Italia verso Italia negli anni in cui a migliaia dal sud assalivano le periferie di Roma portandosi dietro le speranze di una vita.

Sabato 14 e domenica 15 maggio “Moby Dick” di Massimo Vincenzi con Edoardo Siravo – regia di
Carlo Emilio Lerici – Produzione teatro Belli.
Dall’indiscusso capolavoro dello scrittore americano Herman Melville, un omaggio all’autore e giornalista Massimo Vincenzi, ad un anno dalla sua scomparsa.


Venerdì 20 e sabato 21 maggio “Il piccolo principe” – Compagnia Novadanza.
Balletto in atto unico liberamente ispirato al libro di Antoine de Saint-Exupéry.

Sabato 28 maggio “Le mille bolle blu” di Salvatore Rizzo diretto e interpretato da Filippo Luna, Produzione Nutrimenti Terrestri (Messina)
Tra una poltrona in acciaio, pelle e bianca ceramica e una saracinesca abbassata nasce “Le mille bolle
blu”, una struggente storia d’amore che ha per protagonisti Nardino e Manuele; una storia d’amore
omosessuale, clandestina, nata nella Palermo degli anni Sessanta che va avanti, parallela ad una vita
cosiddetta “normale”, per trent’anni.

I biglietti possono essere acquistati in teatro dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 20.30, online presso il
circuito Ciaotickets, per tutte le info 0694015170 oppure al 3476150734

Condividi

AutoreL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati