FdI Albano: richiesto intervento NOE su immondizia mandata a Roncigliano

FdI Albano: richiesto intervento NOE su immondizia mandata a Roncigliano

La mondezza non va in vacanza e nemmeno la nostra opposizione all’abuso che Raggi e Zingaretti stanno perpetrando contro la città di Albano.” affermano Federica Nobilio, Roberto Cuccioletta e Massimo Ferrarini.

Lo scempio della riapertura di Roncigliano deve essere fermato e, come abbiamo detto fin dal primo giorno, bisogna farlo nelle sedi competenti, cioè Regione Lazio e città metropolitana.”

Ieri dopo aver fatto un’ispezione all’interno del sito di discarica e alla luce anche delle immagini sugli sversamenti che circolano da giorni, abbiamo ritenuto opportuno come gruppo consiliare scrivere al Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri per richiedere il loro intervento, al fine di verificare il livello di contaminazione della falda acquifera e la qualità dei rifiuti sversati.”

Abbiamo il forte sospetto che molta della mondezza romana che sta arrivando ad Albano non sia trattata e stabilizzata come invece prevede l’AIA rilasciata per Roncigliano che, ricordiamo, era una discarica a servizio dell’impianto di TMB e non può in alcun modo contenere il tal quale.”

Se fosse dunque accertata dal NOE questa ipotesi si potrebbe procedere all’ordinanza di chiusura del sito. Atto dal quale il sindaco Borelli non potrebbe più sottrarsi.” 

“Albano deve essere salvata e per farlo certamente non bastano i selfie in discarica!” concludono.

Nella lettera al NOE richiedono di verificare i livelli di contaminazione della falda idrica sottostante il bacino VII della discarica di Roncigliano e di analizzare la qualità dei rifiuti sversati.

Questa richiesta è dovuta al fatto che la discarica può accogliere rifiuti urbani frutto di raccolta differenziata.

Inoltre dipende anche dal fatto che il Presidente della Sezione II Quater del TAR per il Lazio può richiedere un documento che permetta degli accertamenti sul superamento dei livelli di contaminazione della discarica in questione.

Condividi

Autore 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati