Discarica Albano, ancora proteste e presidi, già entrati all’alba due grossi camion con i rifiuti romani. Ancora tensioni in via Ardeatina

Discarica Albano, ancora proteste e  presidi, già entrati all’alba due grossi camion con i rifiuti romani. Ancora tensioni in via Ardeatina

In molti hanno dormito davanti alla discarica di Roncigliano a Cecchina di Albano, questa notte, e stamattina all’alba già tanti cittadini hanno cercato di impedire ad alcuni enormi camion con in rifiuti di Roma di entrare nella struttura della Pontina Ambiente, ma senza successo.

luglio

La “FOS” la frazione organica stabilizzata (compost fuori specifica, secondo l’individuazione data dal codice CER) che è il risultato di un processo d’igienizzazione e stabilizzazione (maturazione-ossidazione) della componente organica dei rifiuti solidi urbani (RSU) è stata conferita e scaricata in discarica, nel settimo invaso. Nonostante le proteste di ieri e di oggi, le disposizioni dal Comune di Roma, Regione Lazio, Prefettura e Questura, sono chiare e molto decise, non si possono fermare le decisioni prese dalle autorità superiori e le forze dell’ordine le fanno rispettare.

Il reparto mobile della polizia di stato insieme ai colleghi di Albano e ai carabinieri, presente anche la polizia locale di Ardea e Albano, hanno fatto spostare i manifestanti, dopo aver chiuso la strada in ambo le direzioni (strada interrotta solo all’arrivo dei camion da Roma) e fatto passare i camion con i rifiuti romani. Fino a qualche anno fa questo tipo di rifiuto era chiamato compost, oggi non è più possibile vendere questo materiale ricavato dai rifiuti solidi urbani. Viene chiamato FOS per differenziarlo dal compost vero e proprio. La FOS è normalmente utilizzata per la copertura delle discariche, da sola o miscelata con il terreno. Il prodotto che si può commercializzare come compost è solo quello derivato da scarti agricoli, zootecnici o da raccolta differenziata e solo se certificato da enti riconosciuti.

nuova grafica luglio

Intanto il presidio in via Ardeatina continua per tutta la giornata sono previsti oggi altri arrivi di Tir carichi della “FOS” di Roma e altre tensioni, anche il sindaco di Albano e la sua giunta sarà di nuovo davanti alla discarica per tutta la mattinata, insieme ad altri consiglieri comunali locali, di maggioranza e opposizione e anche di altri comuni vicini . Come ieri  anche oggi hanno assicurato la loro presenza, l’assessore all’ambiente e rifiuti di Lanuvio Mario Di Pietro, i consiglieri comunali di Albano Marco Moresco, Matteo Orciuoli, Matteo Santilli, quelli di Castel Gandolfo Alessia Bruni e Tiziano Nutile, il presidente della Asso Consumatori Rosario Trefiletti, la senatrice Elena Fattori del gruppo misto e molti altri delegati dei comuni dei Castelli Romani.

Si preannuncia un’altra giornata di grande tensione, ieri più volte il sindaco di Albano Borelli ha invitato alla calma tutti i cittadini presenti di molti comuni dei Castelli e di Albano e Ardea e Pomezia e tutti i rappresentanti delle associazioni e comitati anti discarica e no inc.

I cittadini e le associazioni No Inc. Albano Castelli Romani e Salute Ambiente Albano e Villaggio Ardeatino, non sono convinti che i camion contengano solo la “FOS”, visto la gran puzza che emanano i camion in entrata, e chiedono ulteriori verifiche sui rifiuti sversati nel settimo invaso, alle autorità preposte: Asl, Arpa Lazio, Carabinieri Noe e Nas, comune di Albano. 

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati