Comandini (LeU Marino): “Si riattivi il ‘San Giuseppe’, non può funzionare h 12!”

Comandini (LeU Marino): “Si riattivi il ‘San Giuseppe’, non può funzionare h 12!”

L’esponente territoriale di Liberi e Uguali Marino, Marco Comandini, denuncia la situazione dell’Ospedale “San Giuseppe” con una diretta Facebook.

L’ospedale ‘San Giuseppe’ di Marino è ridotto veramente male” attacca Comandini. “Intere sezioni inutilizzate in una struttura che funziona h 12, quindi con una minima parte di servizi in day hospital“.

Il ‘San Giuseppe’, fino a qualche anno fa, ospitava 365 posti letto e aveva cinque sale operatorie. Da tutto il Lazio venivano per curarsi qui, perché c’erano medici di altissima qualità. Ora è allo sbando“.

Mi chiedo” continua Comandini come si possa, in un periodo in cui la gente muore e le strutture sono piene, una cosa del genere. Dov’è la politica? Cosa fanno i politici? Prendano la questione di petto“.

I bollettini del Comune di Marino parlano di oltre 300 persone positive e più di 30 morti, ma noi ci permettiamo il lusso di tenere chiuso l’ospedale. Inutile cercare posti Covid nelle varie strutture, che poi collassano, e poi tenere il ‘San Giuseppe’ funzionante solo per 12 ore, è imbarazzante“.

Non è una questione di campagna elettorale” prosegue Comandini perché nemmeno so se mi candiderò alle prossime elezioni. Il fatto è che mi si stritola il fegato a vedere Pronti Soccorsi e ospedali strapieni, con gente che soffre e che non sa come curarsi, mentre noi abbiamo una struttura in queste condizioni“.

Bisogna riattivare l’ospedale ‘San Giuseppe’” conclude Comandini. “I politici, invece di litigare per le loro candidature, pensino a questo, altrimenti è inutile fare bei discorsi sull’importanza di investire sulla Sanità Pubblica“.

Questa è una battaglia che voglio portare avanti con i cittadini, e non cedo. Una situazione del genere è uno schiaffo a chi soffre e sta male!“.

Condividi

Valentina INFO

2 pensieri su “Comandini (LeU Marino): “Si riattivi il ‘San Giuseppe’, non può funzionare h 12!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati