Ciampino, DiC: “Sentenza TAR riconosce validità nostra pregiudiziale. Intervenga Prefetto per ripristino legalità”

Ciampino, DiC: “Sentenza TAR riconosce validità nostra pregiudiziale. Intervenga Prefetto per ripristino legalità”

La sentenza del TAR del Lazio che annulla la delibera di approvazione del rendiconto 2019 rappresenta una clamorosa bocciatura per la Giunta Ballico, riconoscendo la validità di quanto abbiamo espresso nella diffida iniziale e nella successiva pregiudiziale presentata in Consiglio e bocciata dalla maggioranza“.

Dichiara così Diritti in Comune Ciampino, coalizione capeggiata dal Consigliere Alessandro Porchetta, in merito alla sentenza del TAR del Lazio che ha dato ragione a Gabriella Sisti, la quale aveva presentato ricorso contro l’Amministrazione per chiedere al Tribunale l’annullamento della Delibera del 03/08/2020 avente per oggetto l’approvazione del “Rendiconto di gestione anno 2019”.

Finalmente c’è un giudice a Berlino! Sono mesi che denunciamo l’arroganza e la protervia di questa Amministrazione” prosegue Porchettache continua ad agire in totale spregio del Consiglio comunale e dei suoi membri“.

Il rifiuto costante di accesso agli atti e di risposta alle interrogazioni, la violazione nei tempi per l’esame di atti e documenti da parte dei Consiglieri, le gravi criticità nella redazione degli atti di bilancio sono la costante con la quale opera la Giunta Ballico. Oggi a dirlo non è più l’opposizione, ma un Tribunale Amministrativo“.

Approfondiremo nelle prossime ore” conclude Porchettale conseguenze di questo pronunciamento e chiederemo al Prefetto di verificare puntualmente le censure del Tar, per ripristinare la legalità nel Comune di Ciampino. Una cosa è certa, fossi il Presidente del Consiglio comunale, dopo aver letto questa Sentenza, per dignità politica mi dimetterei“.

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati