Cecchina, incendio durato 8 ore, bonificato solo in serata. Tre negozianti del posto i primi ad intervenire

Cecchina, incendio durato 8 ore, bonificato solo in serata. Tre negozianti del posto i primi ad intervenire

L’inferno di fuoco divampato nella tarda mattinata di ieri in via Roncigliano, all’altezza del Ponte ferroviario a Cecchina, è stato bonificato solo alle prime ore della sera, dopo circa 8 ore ininterrotte di lavoro.

Molti residenti di via Roncigliano, nei pressi del Ponticello ferroviario, hanno ringraziato personalmente i 3 negozianti di Cecchina che tornavano verso il centro della frazione di Albano, che sono stati i primi a intervenire con mezzi di fortuna. Hanno usato, tubi, secchi di acqua, estintori per arginare il fuoco vicino alle prime case, e sono Gianluca, Sauro Sinapi e Giancarlo Triolo che hanno chiamato subito i soccorritori.

Presenti come prime partenze i Vigili del Fuoco di Marino e di Nemi, supportati poi dalle Protezioni Civili di Albano, Ariccia, Genzano e di altri comuni dei Castelli. In più, dal comando provinciale di Roma dei pompieri, è stato inviato sul posto un caporeparto che ha dovuto dirigere le operazioni di spegnimento alla presenza di un elicottero Drago 145 dei Vigili del Fuoco, che ha fatto circa 20 sganci dopo aver pescato acqua nel lago di Nemi alla vista di centinaia di bagnanti molto stupiti.

Sono andati in fumo decine di ettari di campagna, frutteti, vigneti, campi agricoli. Le protezioni civili presenti con vari mezzi si sono dovute mettere a protezione delle case, ville, delle aziende agricole, casolari e capannoni. Le fiamme altissime minacciavano di bruciare tutto.

Continua l’emergenza incendi anche ai Castelli Romani, che ha messo in ginocchio l’ecosistema e sfinito centinaia di vigili del fuoco e volontari della protezione civile. Ieri nella zona presa dal fuoco a Cecchina, anche molti contadini, titolari di aziende agricole, con trattori e mezzi di fortuna, secchi d’acqua e tubi collegati agli impianti idrici sono scesi in strada per dare una mano ai soccorritori ed evitare che il fuoco colpisse le loro proprietà.

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati