Castelli Romani, prima passeggiata del Comitato di protezione dei Boschi Colli Albani

Castelli Romani, prima passeggiata del Comitato di protezione dei Boschi Colli Albani

Castelli Romani – Il neo nato Comitato Protezione Boschi dei Colli Albani è uscito sul territorio con la sua prima iniziativa nella mattinata di ieri sabato 9 dicembre.

“Abbiamo condotto una passeggiata tra i boschi del territorio, dichiarano gli organizzatori, partendo dalla zona Le Piagge a Genzano e arrivando a via dei Corsi a Nemi, per poi visitare alcuni sentieri di Valle Perdua al confine tra i comuni di Rocca di Papa e Velletri.
Sono venute molte persone all’appuntamento, approfittando della splendida mattinata di sole per fare una camminata e vedere con i propri occhi la situazione dei boschi del Parco che purtroppo è sempre più drammatica.
Si è trattato dunque di un sopralluogo in alcune zone che sono state gravemente danneggiate dal disboscamento selvaggio. In questi luoghi la deforestazione fuori controllo ha abbattuto gran parte dei boschi. Lasciando pochi alberi in piedi e il terreno ormai morto, privo di sottobosco, pieno delle tracce dei cingolati che con prepotenza sono entrati nel delicato ecosistema boschivo, distruggendolo.
Ricordiamo per chi non lo sapesse che il cosiddetto taglio del bosco ceduo non è altro che l’abbattimento di alberi per farne legna, e viene effettuato al solo fine di lucro. Quindi per vendere più legna di castagno possibile in mercati spesso esteri. Chiaramente l’interesse delle ditte che eseguono i tagli è puramente e solamente il profitto, sicuramente non hanno a cuore il benessere del bosco. Infatti quasi sempre non rispettano nemmeno quelle poche leggi che tutelano i nostri alberi: tagliano di più del consentito, indiscriminatamente e con mezzi pesanti a cui sarebbe vietato l’accesso. Oggi abbiamo potuto infatti verificare che in ogni zona di taglio sono stati abbattuti alberi secolari e querce che sicuramente non rientravano nel piano e che le strade aperte nel bosco per arrivare alle suddette aree sono tanto larghe da consentire il passaggio di tir e mezzi pesanti.
In un momento in cui lo sfruttamento della terra ci ha portato ad una devastante crisi ecologica, ci sembra necessario opporci ad ulteriori tagli di alberi. Che ricordiamolo, sono il polmone verde del pianeta e di noi esseri umani donandoci ossigeno per vivere e proteggendoci dall’inquinamento ambientale”.

All’iniziativa hanno partecipato anche alcuni bambini che hanno portato dei lavori sul tema, sotto forma di disegni e cartelli con delle scritte contro il disboscamento. Presenti anche i cani dell’Associazione Fratello Sole Sorella Luna di Velletri che attendono una adozione.

QUI per leggere altre INFO simili – QUI per consultare la nostra pagina Facebook

Last Updated on 10 Dicembre 2023 by Autore CH

Autore CH

error: Tutti i diritti riservati