Ariccia, “Tra Fantasia e Realtà”, la dura denuncia del Partito Socialista sugli assembramenti causati dalle luminarie

Ariccia, “Tra Fantasia e Realtà”, la dura denuncia del Partito Socialista sugli assembramenti causati dalle luminarie

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del Partito Socialista di Ariccia

Ariccia – Ci giungono in questi giorni foto che pubblichiamo di seguito. Da come si evince, le Luminarie, che ancora sono aperte nonostante il Decreto Legge del 24 Dicembre 2021 n° 221, a parte i problemi che potrebbero crearsi per eventuali assembramenti interni, di cui però non abbiamo prove fotografiche ma soltanto qualche testimonianza, all’esterno invece è ben evidente l’assembramento creatosi per via della fila verso l’ingresso alle stesse Luminarie.

Nessuno che si accerti sia che le persone portino la mascherina sia del mantenimento della distanza. Naturalmente non possiamo postare foto frontali delle persone senza oscurare i volti, ma molte di loro risultano senza mascherina.
Insomma, Sindaco :Lei (o meglio, il Vice Sindaco, ma certamente su sua indicazione) ha emesso in data odierna, giustamente, una ordinanza sull’accesso contingentato ai pubblici uffici che, tra le altre cose, recita “l’accesso diretto agli uffici comunali dovrà essere limitato ai soli casi di indifferibilità e di oggettiva impossibilità di interloquire con altre modalità (portale telematico, telefono, fax, PEC, mail, ecc.), e comunque preferibilmente previo appuntamento telefonico” ;

Una Associazione di Ariccia, che da anni organizza il Presepe Vivente, ha deciso, o meglio, gli è stato consigliato di annullare gli eventi in programma per il 26 Dicembre e il 6 Gennaio, proprio in virtù del Decreto Legge sopra citato, al fine di evitare assembramenti ;

I casi positivi ad Ariccia ( ad oggi ne risultano 291 di cui un ricovero e 7 Isolamenti Domiciliari), come negli altri Comuni, aumentano di giorno in giorno.


Per tutto quanto sopra, cosa La trattiene a far rispettare semplicemente il Decreto n° 221 del 24 Dicembre 2021, nella parte che recita “Dalla data di entrata in vigore del presente decreto fino al 31 gennaio 2022, sono vietati le feste, comunque denominate, gli eventi a queste assimilati e i concerti che implichino assembramenti in spazi aperti.? La nostra non è una sterile polemica di una parte Politica avversa, ma una richiesta di delucidazioni. Certamente avrà delle motivazioni affinché le Luminarie restino aperte.

Non crediamo che un Sindaco, a parte il dovere giuridico, sul piano morale possa andare contro un Decreto Nazionale di questo tipo, in un periodo come quello che stiamo passando. In ogni caso, laddove abbia delle motivazioni, che però al Popolo non possono essere spiegate, facciamo appello alla sua sensibilità umana, prima che da Sindaco, a dare indicazioni per una maggiore attenzione sia all’interno delle attrazioni ma soprattutto all’esterno. E affidiamoci alla speranza che non ci siano focolai. Per il Popolo : In allegato, trovate uno screenshot, preso dal Sito delle Luminarie, che rappresenta l’affollamento in tempo reale alle ore 18 di mercoledì scorso. Se leggete bene, c’è scritto “più affollato del solito”.

Partito Socialista Italiano Sezione Ariccia

Restiamo a disposizione per eventuali repliche da parte dell’amministrazione comunale

Condividi

Autore 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati