Ariccia, successo per l’evento “Ariccia da Amare” con le visite notturne di Archeoclub Aricino Nemorense APS e Secunda Legio Parthica

Ariccia, successo per l’evento “Ariccia da Amare” con le visite notturne di Archeoclub Aricino Nemorense APS e  Secunda Legio Parthica

Ariccia – Grazie all’evento dell’estate ariccina 2021 “ARICCIA DA AMARE”, promosso dal Comune di Ariccia (consigliera alle associazioni Anita Luciano Cioli e consigliera alla scuola Irene Falcone), con il patrocinio della Regione Lazio e della Città Metropolitana di Roma, anche il centro storico di Ariccia ha il suo itinerario segnalato anche con un articolo apparso su Frascati Scienza 2021. Il borgo si sa ha un fascino unico soprattutto di notte e alla luce delle fiaccole.

Le visite serali dal tema L’Aricia Romana al Tempo di Settimio Severo, a cura di Archeoclub Aricino Nemorense APS e dei rievocatori della Legione Secunda Parthica con indosso le loro meravigliose armature, hanno accompagnato i partecipanti da luglio ad agosto, seguendo le normative covid, dalla Piazza di Corte sino al Belvedere, attraversando tutto il centro storico, con l’illustrazione della storia della città antica, rinascimentale-barocca e del periodo del Grand Tour, mettendo a fuoco il Complesso Berniniano di Piazza di Corte (Palazzo e Parco Chigi, Chiesa di S.Maria Assunta), la Locanda Martorelli-Museo del Grand Tour, emergenze archeologiche in contesto urbano, porte, mura e viabilità antica. 

L’itinerario è stato progettato da una professionista che opera nel campo dei beni culturali (è archeologa, museologa e guida escursionistica ambientale) Maria Cristina Vincenti.

“Ho accompagnato soltanto in notturna in outdoor oltre trecento persone facendo riscoprire o conoscere il centro storico di Ariccia ai visitatori giunti da ogni parte del Lazio, da altre regioni e anche stranieri. Sono state effettuate poi a richiesta anche alcune repliche in orari diurni. E’ stata una scommessa non mi aspettavo tanti visitatori. Mi sono occupata anche della comunicazione e pubblicizzazione dell’evento sui social e sulle varie testate. Mi auguro che si tratti soltanto dell’inizio. Vedremo cosa ci dirà l’amministrazione comunale nei prossimi giorni”.

Molto gettonata anche la Locanda Martorelli-Museo del Grand Tour dove le visite guidate indoor si sono svolte a gruppi di dieci persone per volta e sono state a cura dello storico delle antichità. Alberto Silvestri, Vicepresidente di Archeoclub Aricino Nemorense APS, affiancato dalla guida turistica Alessandra Silvestri, segretario di Archeoclub, che hanno  fatto conoscere ai partecipanti il pregevole ciclo pittorico settecentesco realizzato da Taddeo Kuntze. Tra l’altro alcuni dei dipinti del ciclo pittorico della Locanda Martorelli sono presenti nel contributo dello stesso Silvestri contenuto nel volume in lingua inglese “Artemis and Diana in Ancient Greece and Italy” pubblicato recentemente a Cambridge che accresce una volta di più il prestigio di questa struttura museale dal fascino unico. 

Un tour ormai collaudato, dunque, un primo riuscito esperimento per la valorizzazione di Ariccia come destinazione turistica dalle grandi potenzialità. 

Condividi

Autore 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati