Ariccia, presentazione del libro “Un posto obliquo” nato da una residenza d’artista a Parco Chigi

Ariccia, presentazione del libro “Un posto obliquo” nato da una residenza d’artista a Parco Chigi

Ariccia (Rm) – “Un posto obliquo” è il progetto editoriale partito con una residenza d’artista a Parco Chigi, un libro che nasce da un luogo reale per diventare racconto universale. Di piccolo formato, è uno scrigno prezioso di 144 pagine con un testo denso e immagini mozzafiato. Un racconto di formazione in un luogo misterioso e selvatico seppur chiuso e concluso. Un ragazzo, una strana missione da compiere e gli incontri che trasformeranno entrambi. Una natura reale e tenace che, più forte di tutto, continua a vivere e far rivivere miti, fatti, personaggi che, incontrati nel parco, popolano questa storia di parole e immagini fino a renderla senza luogo, senza tempo. Un groviglio che pian piano si svela e rivela attraverso l’esperienza e l’ascolto, attraverso l’esercizio dello sguardo che, tra luci abbaglianti e ombre profonde, va alla ricerca di una direzione da costruire e immaginare.

studio legale giussani roma


La presentazione, presso l’Uccelliera di Parco Chigi, in un luogo in grado di suggestionare e far entrare nella dimensione del racconto, sarà l’occasione per ripercorrere il processo che ha portato alla realizzazione del progetto editoriale con le voci delle tante professionalità coinvolte, per vedere le tavole originali del libro in tutta la loro preziosa bellezza, per divenire sempre più una comunità attenta al proprio patrimonio e coesa intorno alle possibilità che da esso nascono.
Saranno presenti il conservatore di Palazzo Chigi Arch. Francesco Petrucci, Il direttore del Sistema Castelli Romani Giacomo Tortorici e rappresentanti dell’amministrazione comunale per muovere insieme i primi passi di un libro che vuole arrivare lontano portando con sé la storia e le storie del nemus aricinum.
“Un posto obliquo” è, nelle intenzioni dell’associazione start, il primo libro di SCOPRI, una collana editoriale che, a partire da luoghi reali e da temi presenti e desunti da un territorio ricco come quello dei castelli romani, vuole attualizzarli per creare narrazioni che possano arrivare , nella loro universalità, nelle mani di qualsiasi lettrice e lettore, portando con sé la ricchezza dell’esperienza e l’idea che il rispetto, l’attenzione, la valorizzazione dei territori e dei beni comuni nasca prima di tutto da una conoscenza attenta e condivisa.

grafiche aprile 2022


Un libro che nasce all’interno della progettualità che l’associazione start porta avanti con le scuole ed è stato realizzato con il contributo del Comune di Ariccia. Il primo racconto contemporaneo su Parco Chigi che, a partire dall’esperienza del luogo delle autrici e dalla ricerca su documenti, immagini, studi, testi che nel tempo sono stati realizzati, diventa strumento di conoscenza di un luogo, ripartendo dalla bellezza del quotidiano e del locale per scoprirla universale e diffusa.
Portare gli artisti del nostro tempo e il loro sguardo ad abitare un luogo per indagarlo, scoprirlo e rivelarlo significa, secondo le curatrici dell’associazione che ha editato il libro, restituirlo ad una vera dimensione pubblica e collettiva.
Nei giorni precedenti la presentazione al pubblico, le autrici incontreranno e consegneranno il libro alle 35 classi dell’Istituto Comprensivo V. Volterra coinvolte nel progetto “Diario di un viaggiatore nella prorpia città”, circa 700 studentesse e studenti che sono stati, grazie ai laboratori condotti all’interno del parco, i protagonisti indiscussi della riscoperta sottile e attenta di un luogo magico e prezioso, in cui la biodiversità, il microclima, la collaborazione tra le varie specie di piante, il rapporto tra umano e selvatico, rappresentano un unicum sul territorio dalla grande valenza educativa.

La presentazione è stata rimandata a data da destinarsi.

Condividi

Autore M

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati