Ariccia mette in mostra i ritrovamenti bellici a Parco Ghigi

Ariccia mette in mostra i ritrovamenti bellici a Parco Ghigi

Ariccia – Il 20 aprile 2024, alle ore 17,00 si terrà presso la Sala Maestra di Palazzo Chigi una conferenza-esposizione relativa ai materiali bellici della Seconda Guerra Mondiale rinvenuti nel Parco Chigi nel corso delle ricerche svolte tra il 2023 e il 2024 dal gruppo culturale A.LA.RI.S., Associazione Laziale Ricercatori Storici.

Terrà una relazione sui ritrovamenti dei reperti bellici, Stefano Romanini, già presidente e attuale segretario dell’associazione, mentre l’arch. Francesco Petrucci, che si è occupato di ricerche storiche sul conflitto ad Ariccia, illustrerà i drammatici eventi del 1943-44.

Verranno esposti in una piccola mostra i reperti ritrovati ad Ariccia e alcune straordinarie e rarissime fotografie d’epoca. La mostra rimarrà aperta fino al 26 maggio. L’associazione A.LA.RI.S. si è costituita nel 2009 al fine di ricercare, studiare, valorizzare e divulgare il patrimonio storico della Regione Lazio, promuovendo ogni attività di ricerca e analisi inerente la cultura del territorio, coadiuvata da apparecchiature elettroniche come il metal detector.

ariccia

Ariccia ospita un pezzo della storia tra reperti e foto

Malgrado l’associazione operi su tutto il territorio nazionale, il fulcro degli interessi dell’associazione rimane comunque il Lazio, compresa la zona di Cassino, i litorali di Anzio e Nettuno, ove collabora con il Museo di Anzio, e il territorio dei Castelli Romani tra Velletri e Monte Cavo. Ha effettuato anche ricerche inerenti la famosa Battaglia di Velletri del 1744.

L’associazione era venuta a conoscenza di vicende inerenti Ariccia e il Parco Chigi, tramite racconti di anziani locali e pubblicazioni storiche. Dopo lo sfondamento dell’Artemisio da parte degli americani, avvenuto ai primi di giugno 1944, molte truppe di ambo le parti si erano accampate nel Parco.

In questa zona erano transitate due divisioni americane, in particolare la 45° e la 36° della V° Armata e da parte tedesca la 362° divisione di fanteria. Le ricerche dell’associazione si sono concentrate su distinte zone identificate in base ai ritrovamenti: zona tedesca, zona italo-tedesca, zona americana.

Tutto il materiale rinvenuto è esposto in mostra temporanea in una teca, dopo accurata catalogazione e campagna fotografica da parte di A.LA.RI.S. Sono esposte anche rarissime immagini del bombardamento del Parco effettuato dagli alleati il 1° febbraio 1944 con il parziale danneggiamento del Ponte e la successiva distruzione dello stesso effettuata il 2 giugno 1944.

QUI per leggere altre INFO simili – QUI per consultare la nostra pagina Facebook

antica osteria eventi

Autore L

error: Tutti i diritti riservati