Ariccia, Anita Luciano Cioli è la nuova presidente dell’Associazione Culturale Europea dei viaggi di Goethe-Grand Tour

Ariccia, Anita Luciano Cioli è la nuova presidente dell’Associazione Culturale Europea dei viaggi di Goethe-Grand Tour

Ariccia- “Esprimiamo grandissima soddisfazione” – ha scritto la neo presidentessa dell’ Associazione Europea dei Viaggi di Goethe-Grand Tour per la proposta da parte del Sindaco di Ariccia Gianluca Staccoli, poi ratificata all’ unanimità’ dall’Assemblea dei soci che si è svolta il 18 ottobre scorso”. Così si è espressa in una nota l’imprenditrice Anita Luciano Cioli, appartenente alla storica azienda che da oltre cento anni è leader nella produzione della porchetta, consigliere presso il Comune di Ariccia con delega ai Rapporti Istituzionali con le Associazioni del territorio, marchio IGP porchetta e Bandi Europei .

“Ringrazio per l’accoglienza dimostratami fin dal primo momento da tutti gli appartenenti a questo meraviglioso progetto di dimensione Nazionale ed Europea. La Città di Ariccia, comune capofila, si conferma oggi come ieri un presidio culturale che, assieme al territorio dei Castelli Romani, di Roma e dell’intero Lazio e non solo, potrà continuare a offrire motivi di stupore e di meraviglia a tutti coloro che cercano nel viaggio non soltanto un’occasione di scoperta ma una possibilità di crescita personale e umana, sarà nostra premura e soprattutto impegno diffondere il nome ed il know how dell’ Associazione Europea non solo in Italia ma anche e soprattutto in Europa.

Un ringraziamento doveroso e sentito va al prof. Federico Massimo Ceschin di Cammini D’Europa, direttore e tesoriere dell’Associazione, alla dottoressa Maria Cristina Vincenti, archeologa, museologa, guida GAE e segretario dell’Associazione, all’Assessore alla Cultura del Comune di Lanuvio dott. Alessandro De Santis, vicepresidente dell’Associazione, per avermi fermamente sostenuto fin dall’inizio in questo nuovo percorso, sono certa che insieme potremo raggiungere nuovi e importanti risultati “Ad Maiora semper” .

Nel 2017 Federico Massimo Ceschin ideò il Festival di respiro nazionale “Goethe in Italia”, dedicato al bicentenario della pubblicazione dell’opera del grande umanista tedesco “Viaggio in Italia”, e nel 2019, esattamente l’8 novembre, a seguito di questa esperienza straordinaria fu fondata ad Ariccia l’Associazione Culturale Europea dei Viaggi di Goethe – Grand Tour presentata al pubblico nella prestigiosa sede del Palazzo Chigi. I comuni che sino ad oggi hanno aderito sono 13 tra cui Ariccia, Albano, Genzano, Rocca di Papa, Castel Gandolfo, Monte Porzio Catone, Nemi, Grottaferrata, Lanuvio, Marino, Spoleto, Alatri, Taormina e ne fanno parte anche associazioni come Cammini d’Europa e l’Archeoclub Aricino Nemorense APS. 

L’importante sodalizio intende ora coinvolgere tutte le 72 località italiane attraversate dal grande itinerario per poi raggiungere le altre, tedesche, austriache, svizzere, della Repubblica Ceca e del Liechtenstein, con l’obiettivo di candidare l’Itinerario Europeo dei Viaggi di Goethe ad ottenere l’abilitazione dal Consiglio d’Europa nell’ambito del Programma degli “Itinerari Culturali Europei”. In questo modo l’Associazione Culturale Europea potrà partecipare a progetti di cooperazione internazionale, cogliere le opportunità della programmazione comunitaria e garantire lo sviluppo a prodotti turistici e culturali innovativi, in grado di ripercorrere le orme del Grand Tour in tutta Europa con il coinvolgimento di un’ampia rete di comunità e istituzioni, associazioni, enti, realtà produttive e imprenditoriali.

Con una delibera del Consiglio Comunale di Ariccia n. 12 del 29 marzo 2019, la sede legale dell’Associazione è stata istituita presso la Locanda Martorelli, luogo d’incontro tra XVIII e XIX secolo di letterati e artisti di tutta Europa, che da qui partivano per narrare e dipingere en plein air i paesaggi del Grand Tour.

Proprio in questi giorni l’Associazione Europea dei Viaggi di Goethe-Grand Tour, grazie alla nuova presidente e alla collaborazione dei membri che compongono l’ufficio di Presidenza, ha aderito ufficialmente alla DMO “Around Rome”, è stata ammessa a finanziamento dall’ente regionale, la Destination Management Organization che ha come capofila l’area protetta del Parco dei Castelli Romani. 

Condividi

Autore 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati