Albano, sit in di protesta davanti alla sede della ASL da parte dei parenti di Paolo De Sanctis

Albano, sit in di protesta davanti alla sede della ASL da parte dei parenti di Paolo De Sanctis

Albano- Questa mattina dalle 9:30 alle 11 si é tenuto un sit in presidio davanti alla sede della ASL Roma 6 a Borgo Garibaldi .

La manifestazione è stata organizzata da Gino De Sanctis e da altri familiari e amici del ragazzo di Nemi, 22enne, Paolo De Sanctis , che sembrerebbe essere precipitato dal ponte di Ariccia nel febbraio 2018, dopo essere stato dimesso dal pronto soccorso di Albano in piena notte dopo un grave incidente autonomo con incendio della sua auto a Genzano centro.

Gino De Sanctis, tramite i suoi avvocati, ha chiesto e ottenuto di far riaprire il caso al Tribunale del riesame corte di appello di Roma per accertare i fatti e dare alcune risposte a dei quesiti secondo lui non chiari.

Come la dimissione troppo veloce dal pronto soccorso dopo circa un’ora dall’arrivo, con il giovane con un tasso alcolemico di 1,52 nel sangue e un trauma cranico importante.

Per questo presentò una denuncia contro le due dottoresse in servizio e contro la direzione generale della Asl Roma6 nei giorni seguenti. Procedimento giudiziario che il pm della procura di Velletri dopo 2 mesi di indagine archivió come suicidio volontario.

Ora il caso é stato riaperto dal Tribunale del riesame di Roma, e ancora una volta Gino De Sanctis con la protesta di oggi chiede a distanza di 4 anni, spiegazioni alla direzione della Asl Roma 6 e che vengano processati i medici che dimisero il figlio secondo lui, in condizioni alterate quella notte in maniera troppo frettolosa.

Condividi

Autore 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati