Albano, ricorso al Consiglio di Stato contro la discarica dal sindaco. Autobotte al Villaggio Ardeatino

Albano, ricorso al Consiglio di Stato contro la discarica dal sindaco. Autobotte al Villaggio Ardeatino

Albano – Continuano le animate proteste del presidio e del coordinamento no Inceneritore contro la discarica di Roncigliano sull’Ardeatina.

Questa mattina è arrivata la solita decina di camion pieni di immondizia, che sono stati contestati dai residenti e dai membri dei comitati.

Inoltre al villaggio Ardeatino si è creata una situazione di grande disagio, dove circa un centinaio di famiglie non possono consumare l’acqua domestica a causa dell’inquinamento delle falde acquifere.

Perciò è presente un’autobotte, ma essendo una sola si verificano lunghe file, alcuni cittadini si sono addirittura organizzati portando grossi contenitori.

Questi contenitori vengono riempiti e poi portati con mezzi meccanici a casa di persone anziane o con altri impedimenti.

Nel frattempo il sindaco di Albano sulla sua pagina ufficiale ha comunicato che ha presentato un ulteriore ricorso al consiglio di stato per la chiusura della discarica.

Di seguito riportiamo quanto ha comunicato: “Abbiamo presentato ricorso al Consiglio di Stato contro la riapertura della discarica di Roncigliano.

L’udienza si terrà il 21 ottobre, in un’unica camera di consiglio insieme al ricorso presentato dal Comune di Ardea.
Al ricorso è stata allegata una relazione tecnica redatta da due esperti, sulla necessità di chiudere il sito e procedere senza più indugi alla bonifica.

Oggi mi vedrò con gli altri Sindaci del bacino per concordare e valutare con loro altre azioni, compresa quella richiesta dai comitati dei cittadini.

Ringrazio ancora la nostra Polizia Locale che continua, insieme ai cittadini, a monitorare a campione i conferimenti in discarica, segnalando quelli in difetto.
L’avevamo detto che la battaglia sarebbe stata lunga, ma non abbiamo alcuna intenzione di abbandonare il campo.

Condividi

Autore 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati