Albano, La senatrice Fattori martedì andrà dal prefetto per chiedere la chiusura di Roncigliano

Albano, La senatrice Fattori martedì andrà dal prefetto per chiedere la chiusura di Roncigliano

Procede su più fronti l’opposizione alla riapertura della discarica di Roncigliano che vede impegnati sul territorio cittadini, associazioni, comitati, amministrazioni comunali ed esponenti politici locali che siedono ai banchi delle istituzioni nazionali.

La senatrice Elena Fattori, ex movimento 5 stelle oggi nel gruppo misto con Sinistra Italiana, ha presentato, assieme alle senatrici Paola Nugnes, Alessandrina Leonardo, Margherita Corrado e Virginia La Mura, un’interrogazione parlamentare indirizzata al ministero della transizione ecologica muovendo specifiche richieste come quali parametri siano stati utilizzati dal Ministro Roberto Cingolani per decidere la riapertura del sito e se invece non s’intenda procedere con una bonifica del sito su cui insiste la discarica.

Tale azione, come si legge anche nel testo

“sarebbe peraltro in coerenza con gli obiettivi del PNRR in termini di transizione ecologica, considerato che, a causa della presenza della grande discarica, molti dei prodotti agricoli, anche IGP, della zona hanno risentito in maniera gravissima della situazione ambientale”

Nell’interrogazione vengono inoltre sollevati dubbi riguardo la riapertura della discarica presso un’area destinata dal comune di Roma alla costruzione di 1000 alloggi di edilizia residenziale e l’enorme impatto ambientale che la discarica, ha sul territorio. Non solo, la costruzione degli alloggi residenziali avrebbe un’ulteriore ricaduta ambientale con il consumo di territorio come viene fatto notare nel testo.

Viene sollevata anche la questione dei procedimenti giudiziari a carico della ex dirigente regionale Flaminia Tomasini che, stando a quanto riportato nel testo dell’interrogazione parlamentare

“oggi sotto processo per corruzione proprio per aver “facilitato” alcuni percorsi burocratici in seno alla gestione dei rifiuti nella Regione”.

Molto attiva anche sul territorio, la senatrice genzanese si è più volte recata al presidio della discarica, anche nelle ore serali, dove ha annunciato che martedì 10 agosto si recherà presso il prefetto di Roma per chiedere di intervenire e chiudere il sito dove grava anche un’interdittiva Antimafia.

Qui il testo completo dell’interrogazione

Condividi

Autore 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati