Albano, il gruppo Lifenet Healthcare” rileva l’ospedale delle “monachelle”, il Regina Apostolorum

Albano, il gruppo Lifenet Healthcare” rileva l’ospedale delle “monachelle”, il Regina Apostolorum

Albano – L’Ospedale è accreditato con il sistema sanitario nazionale e conta circa 200 posti letto con oltre 360 tra medici, tecnici, infermieri, amministrativi, personale specializzato dipendente e consulente.

Ogni giorno il personale si prende cura dei pazienti promuovendo un approccio di prevenzione e informazione che ha portato, negli anni ad affermare la struttura inserita nella ASL Roma6 come punto di riferimento per tutto il territorio dei Castelli Romani, e non solo.  

In particolare, l’Ospedale Regina Apostolorum fornisce servizi molto apprezzati per le patologie della tiroide sia a livello medico che chirurgico, per la quale è nota anche al di fuori del territorio regionale.

Oltre a questi anche per servizi di ricovero (oncologia, endocrinologia, urologia, medicina, malattie dell’apparato respiratorio, chirurgia generale, gastroenterologia, anestesia e terapia del dolore), di servizio di nefrologia e dialisi, di ambulatorio polispecialistico e di diagnostica (risonanza magnetica, TAC, ecc.) nonché di laboratorio analisi.  

Il presidente di Lifenet Nicola Bedin: “Siamo molto orgogliosi di aver preso in carico la gestione dell’Ospedale delle suore paoline, un’eccellenza del territorio laziale che vanta una lunga tradizione di qualità.”

L’attenzione verso il paziente e l’umanizzazione delle cure, caratteristiche tipiche del Regina Apostolorum, si sposano perfettamente con i valori di Lifenet. La nostra intenzione è quella di proseguire con l’ottimo lavoro già svolto e investire nella struttura per creare nuovi posti di lavoro e fornire servizi e tecnologie mediche sempre più all’avanguardia”.  

Suor Annamaria Gasser, da parte delle Figlie di San Paolo che hanno gestito sin dagli anni ’60 la struttura, dichiara: “C’è grande soddisfazione per la trattativa che oggi si conclude, perché siamo certe di aver affidato l’Ospedale in buone mani.”

Mani che sapranno portare a compimento l’opera iniziata per volere del Signore e realizzata con l’aiuto di tanti operatori che hanno condiviso con noi l’ideale di una Sanità (con la S maiuscola) fatta di attenzione e umanità oltre che di competenza e professionalità.

A tutti/e va il grazie dell’Istituto e delle Direzioni ospedaliere, con la promessa di accompagnare ancora il cammino di questa realtà del territorio”. 

Condividi

Autore 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati