Albano, FdI: ottenuto un consiglio metropolitano con la Raggi, invitato anche Zingaretti

Albano, FdI: ottenuto un consiglio metropolitano con la Raggi, invitato anche Zingaretti

Albano – “Non è vero che il ripetere mille volte una bugia diventa una verità. Fratelli d’Italia ha chiesto e ottenuto un consiglio metropolitano con la Raggi ed è stato invitato anche il Presidente Zingaretti.”

Il Presidente della Regione non ha risposto e non si è presentato, colpa degli hacker oppure è palese che su Albano il PD ha abbandonato Borelli? In città metropolitana è stato più volte richiesto di approvare un testo che assegnasse in modo obiettivo le responsabilità dell’emergenza rifiuti e pertanto di mettere sullo stesso piano Comune di Roma e Regione.”

Di fronte ad una chiusura netta e votata esclusivamente alla difesa di Zingaretti e non alla risoluzione del problema il gruppo consiliare si è astenuto perché il nostro obiettivo primario è la difesa dei cittadini e non la campagna elettorale di Roma.”

Perché i parlamentari del PD, intervenuti nella fiaccolata ad Albano, non hanno fatto interrogazioni parlamentari o chiesto commissioni di inchiesta sulle discariche? Perché Zingaretti non ha commissariato la Raggi? Perché il Sindaco di Albano non ha disposto la chiusura del sito con una ordinanza per disastro ambientale? Perché PD e M5S fanno comunella al governo e in regione, ma per la questione della discarica fanno finta di litigare?”

Facile scaricare le promesse non mantenute sugli altri. Raggi e Zingaretti hanno le stesse responsabilità sulla riapertura della discarica di Albano e sarebbe più onesto, visto il suo impegno, se Borelli prendesse le distanze anche dal suo sponsor Zingaretti, anziché obbedire alle linee politiche del PD.”

Notiamo, ma lo notano soprattutto i cittadini, una distanza incolmabile tra i vertici della regione, colpevoli di non aver impostato un piano dei rifiuti che funzioni, e il primo cittadino di Albano Laziale.”

Il centrodestra non si è prestato, e mai si presterà, all’ennesimo giochino del PD contro la Raggi e non ha assecondato nessuno tra i due finti litiganti.”

Solo in questo modo la battaglia del primo cittadino di Albano potrebbe ritenersi libera e aggregativa. Noi non vogliamo pagare le cambiali dei 5 Stelle e del PD che saranno alleati al ballottaggio per il Comune di Roma.

Comunicano in una nota i Gruppi Consiliari di Fratelli d’Italia della Città Metropolitana di Roma Capitale e di Albano Laziale.

Condividi

Autore 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati