Abusivismo edilizio, Parco Castelli Romani si costituisce parte civile e chiede risarcimento danni

Abusivismo edilizio, Parco Castelli Romani si costituisce parte civile e chiede risarcimento danni

Lunedì 8 febbraio il Parco regionale dei Castelli Romani si è costituito parte civile in un procedimento penale per abusivismo edilizio commesso nel 2019 a Monte Compatri (RM).

Presso il Tribunale di Velletri l’Ente ha voluto simbolicamente affermare l’attenzione sulla vicenda, affiancando all’azione punitiva prevista dalle norme in materia anche la richiesta del risarcimento del danno arrecato all’ambiente ed alla biodiversità, patrimonio di tutti la cui tutela è affidata proprio al Parco.

Il quotidiano lavoro di controllo dei guardiaparco è prezioso per questa attività di contrasto all’illegalità. La loro responsabile dott.ssa Cinzia Barbante, presente in Tribunale, dichiara “Finalmente i  guardiaparco vedono finalizzare il proprio lavoro; viene così riconosciuto il danno pubblico arrecato rendendo più incisiva l’azione di contrasto agli illeciti ambientali“.

Condividi

Valentina INFO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati