Esordio record per Tolo Tolo: il quinto film di Zalone incassa 8,7 mln euro in un giorno, battuto Quo Vado.

Esordio record per Tolo Tolo:  il quinto film di Zalone incassa 8,7 mln euro  in un giorno, battuto Quo Vado.

Maggior incasso di sempre nella storia del cinema italiano

Buon Anno a tutti voi, cari lettori di Info! La redazione tutta vi augura di un 2020 pieno di gioia e abbondanza in salute. Auguri! In questo editoriale voglio solo parlare di leggerezza senza menzionare fatti tristi accaduti in questi ultimi giorni del 2019. Vorrei parlare di Tolo Tolo, il quinto film di Checco Zalone, prodotto dalla Taodue e distribuito da Medusa e diretto dallo stesso attore. Il primo giorno che è stato proiettato in sala, a Capodanno 2019, ha sfiorato gli 8,7 milioni di euro, divenendo il film con il maggior incasso di sempre nella storia del cinema italiano nelle prime 24 ore di programmazione e battendo il precedente record di Quo Vado (7,3 milioni). “Checco Zalone ha riunito gli italiani dentro le sale cinematografiche” commenta Pietro Valsecchi, produttore del film: “Un risultato incredibile che mi rende ancora più felice perché premia l’opera prima di Checco come regista, una scommessa vinta non solo per gli incassi ma anche per la riuscita del film, che ha saputo divertire ed emozionare grandi e piccoli al di là di ogni divisione ideologica. Il nuovo decennio inizia bene per il cinema italiano grazie a questa iniezione di fiducia e di incassi che ricadono su tutto il sistema cinematografico”. (ANSA) Nei giorni precedenti l’uscita del film, si era molto parlato di “Immigrato“, la canzone che ne faceva da trailer, parla di migranti, e non ha nessun riferimento con il film. Tolo Tolo (una storpiatura delle parole “solo solo”) è il suo primo film da regista, dopo che i precedenti erano stati tutti diretti da Gennaro Nunziante. L’idea iniziale è stata di Paolo Virzì, che si mise in contatto con Zalone per lavorarci insieme. Se il trailer/canzone “Immigrato” era ambientato in Italia, Tolo Tolo parte e finisce in Italia ma è in gran parte ambientato in Africa, seguendo il viaggio che il protagonista Zalone compie insieme ad alcuni migranti. Lo fa dopo essere scappato in Africa per evitare problemi con il fisco italiano, e dopo che il villaggio vacanze in cui era andato a lavorare come cameriere è attaccato da alcuni miliziani. Il film è stato girato tra Kenya, Marocco e Malta e le riprese sono durate più di venti settimane, con un budget stimato oltre i 20 milioni di euro. In generale, i critici hanno apprezzato il tentativo di Checco Zalone (nome d’arte di Luca Medici) di raccontare una storia più complessa del solito, senza però cambiare molto il suo registro umoristico. Ma ci sono anche diversi commenti secondo i quali Tolo Tolo è meno solido e divertente rispetto ai suoi precedenti film. E voi, cari lettori, cosa ne pensate? Avete visto il film? Le recensioni più significative saranno pubblicate nel prossimo numero. Buon 2020.
Dott.ssa Fulvia Di Iulio

Condividi

wp_1785022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *