25/11/2020, i Castelli Romani contro la violenza sulle donne (FOTO)

25/11/2020, i Castelli Romani contro la violenza sulle donne (FOTO)

Il 25 Novembre è la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, istituita dalle Nazioni Unite nel 1999 e il simbolo che la ricorda sono le scarpette rosse.

I Comuni dei Castelli Romani, in queste ore, stanno condividendo pensieri ed informazioni, con l’obiettivo di influenzare positivamente i propri cittadini contro l’enorme piaga della violenza di genere.

Il Sindaco di Albano Laziale, Massimiliano Borelli, ha acceso di rosso il Comune e condiviso la poesia di Alda Merini, “Canto delle donne” per omaggiare la figura femminile troppo spesso denigrata.

Io canto le donne prevaricate dai bruti

la loro sana bellezza, la loro “non follia”

il canto di Giulia io canto riversa su un letto

la cantilena dei salmi, delle anime “mangiate”

il canto di Giulia aperto portava anime pesanti

la folgore di un codice umano disapprovato da Dio,

Canto quei pugni orrendi dati sui bianchi cristalli

il livido delle cosce, pugni in età adolescente

la pudicizia del grembo nudato per bramosia…”

Comune di Albano

Il Comune di Castel Gandolfo dice no alla violenza sulle donne. Un NO deciso che pronunciamo oggi e che dobbiamo tenere presente tutti i giorni dell’anno, come ci ricorda il nuovo mosaico contro il femminicidio che l’Amministrazione Comunale ha inaugurato oggi all’ingresso del Municipio. Realizzato da La Musa Mosaici con tecnica diretta e con pregiati smalti veneziani tagliati a mano di colore turchese, blu, oro e rosso, il mosaico ritrae le scarpe simbolo di questa Giornata.

Castel Gandolfo

L’Amministrazione Comunale di Colonna ha attivato diverse iniziative di sensibilizzazione contro ogni forma di violenza di genere. Nella giornata di oggi verrà inaugurata la “Panchina Rossa“, divenuta ormai simbolo di rifiuto della violenza nei confronti delle donne. Un segno permanente di memoria e speranza. La panchina è stata installata nella piccola area verde, adiacente l’Asilo Nido Comunale. Sulla panchina, oltre ad una targa commemorativa, sono riportate alcune frasi, scelte dalla Biblioteca di Colonna e le amministratrici comunali, che ci fanno riflettere su questa terribile problematica.

Il Comune di Genzano, in occasione del 25 novembre, aderisce al delle Nazioni Unite, #OrangeTheWorld colorando di arancione Palazzo Sforza Cesarini e i nostri social. Saranno inaugurati dei percorsi di sensibilizzazione nelle scuole dando la possibilità a ragazze e ragazzi di esprimersi su questi temi attraverso riflessione e creatività.

Genzano di Roma

Il Comune di Grottaferrata, ha aderito alla lotta contro la violenza di genere, ponendo uno striscione sulla facciata del Municipio.

Municipio di Grottaferrata

Il Comune di Lariano, si unisce alla lotta alla violenza sulle donne. La violenza, in ogni sua forma, non deve diventare ordinarietà, è importante sapere che la violenza ha tante forme, tutte gravi allo stesso identico modo ma che soprattutto la violenza non consente giustificazioni. L’Amministrazione Comunale di Lariano intende, quindi, offrire uno spunto di riflessione promuovendo la diffusione dello spettacolo teatrale “ Ti amo da morirNe” dell’autrice Mena Vasellino.

Comune di Lariano

Il Comune di Marino celebra la giornata internazionale sulla violenza di genere con un video su Youtube “Una, Nessuna, Tutte”, un omaggio a Franca Valeri. Inoltre, Palazzo Colonna si tinge di rosso.

Comune di Marino

Il Comune di Monte Compatri si unisce nel coro di NO alla violenza sulle donne e il Palazzo Borghese si tinge di rosso. La violenza contro le donne è fatta di gesti, parole, paure e silenzi. Mentre aumentano i soprusi contro le donne, calano le denunce. E la trappola diventa la convivenza: il lockdown è stato un acceleratore dei femminicidi. Sette su dieci hanno subito violenze in casa.

Palazzo Borghese, Monte Compatri

L’Amministrazione comunale di Nemi, ha deciso di accendere di rosso la Fontana della Diana, in piazza Roma. Un’iniziativa visiva per omaggiare la donna e combattere la violenza di genere.

Fontana della Diana, Nemi

Il Comune di Rocca di Papa celebra la giornata contro la violenza sulle donne con la consapevolezza che l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo ha aggravato e accresciuto le diseguaglianze anche all’interno della nostra comunità. Per sconfiggerle è cruciale riuscire a farle emergere, così come è prioritario che se ne parli. Sempre. Farlo è difficile, la violenza sulle donne è qualcosa che la mente e la coscienza rifiutano con nettezza ma è proprio il silenzio, il più delle volte, ad uccidere. Contrastare la violenza deve diventare un obiettivo prioritario comune. Tutelare i diritti delle donne è uno dei modi che abbiamo per costruire le comunità del domani, e riusciremo a farlo soltanto se saremo in grado di agire tutti insieme con spirito di fratellanza.

Comune di Rocca di Papa

Il Comune di Velletri, per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne ha deciso di illuminare di rosso la Torre del Trivio. Un’iniziativa simbolica, un monito alla lotta contro la violenza di genere, un messaggio che vuole mantenere alta l’attenzione sul tema, e attivarci tutte e tutti a fare di più.

Ricordiamo il numero antiviolenza e stalking 1522 gratuito e attivo h24. Il numero è collegato alla rete dei Centri Antiviolenza e alle altre strutture per il contrasto alla violenza di genere presenti sul territorio. La violenza di genere è un problema che ci riguarda, tutte e tutti, ognuno deve fare la sua parte.

Torre del Trivio, Velletri
Condividi

Redazione 2

error: Tutti i diritti riservati