Marino, Legambiente “Appia sud il Riccio” lancia l’allarme sul degrado dell’Appia Antica

Marino, Legambiente “Appia sud il Riccio” lancia l’allarme sul degrado dell’Appia Antica

“In questo periodo stiamo, come sempre, pulendo dalle erbacce e dai rifiuti il tratto di Appia Antica che ricade nel nostro territorio (X-XI miglio). Lo stiamo facendo con soldi pubblici. E proprio i cittadini, cui appartengono i fondi pubblici, sono i primi a rendere tutto più difficile e indecente. L’Appia Antica NON è un’area cani.”

Inizia così la breve denuncia dello stato in cui i volontari del Circolo di Legambiente hanno trovato la Regina Viarum. La pulizia viene effettuata grazie ai 15mila euro del progetto, presentato dal circolo Legambiente, dal CdQ Santa Maria delle Mole e dai commercianti, che ha vinto la graduatoria dell’accesso ai fondi del Bilancio Partecipato del Comune di Marino. 

“Abbiamo trovato di tutto – continua la nota del Circolo Legambiente Appia Sud Il Riccio – da bottiglie di vetro (birra e alcolici vari) a plastiche di vario genere, lampadine, barattoli di vernice, tubicini in rame, secchi di plastica, sedie di plastica, un’antenna, un cerchione di bici, padelle, sottovasi, uno stendino, una griglia, una gabbietta per conigli ed infine tantissima cacca di cani”.

luglio

“E la cosa più eclatante e che dimostra l’inciviltà di chi porta a spasso i propri amici a 4 zampe sulla via Appia Antica tra Frattocchie e Santa Maria della Mole non è solo che l’hanno presa per una area cani, ma che spesso raccolgono correttamente le feci dei propri animali con il sacchetto, salvo poi buttare il tutto, ben chiuso, a lato del basolato”.

“E’ insopportabile, oltre che antiigienico, mentre si lavora sotto il solleone con decespugliatore e attrezzi vari doversi preoccupare di non essere ricoperti letteralmente di merda di cane. Tutto ciò non è più sostenibile. Ci sono delle regole base, di educazione, che quando ci si trova in pubblico andrebbero rispettate”.

“La prima è il rispetto del prossimo. Noi lavoriamo con piacere per rendere fruibile a tutti un bene pubblico che tutto il mondo ci invidia, ma chiediamo rispetto per il nostro impegno volontario”.

“Addirittura – conclude la nota del Circolo Legambiente Appia Sud Il Riccio – in un caso abbiamo trovato una cacca di cane sopra un blocco di peperino a lato della Regina Viarum a Santa Maria delle Mole. In quel caso il padrone del più fedele amico dell’uomo meriterebbe un premio per l’impegno di inciviltà.”

Nel frattempo il Circolo Legambiente Appia Sud Il Riccio prosegue con le sue attività in collaborazione con associazioni e Comitati. Il 14 luglio si è svolta una giornata formativa per i giovani volontari del campo di volontariato della Croce Rossa di Ciampino. La mattina in aula per parlare di raccolta differenziata e riciclo, il pomeriggio sul campo per qualche ora di pulizia sull’Appia Antica tra Frattocchie e Santa Maria delle Mole.

Condividi

Autore1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *