Genzano, Neglia interroga su gestione cimitero dopo il ritrovamento di resti umani

Genzano, Neglia interroga su gestione cimitero dopo il ritrovamento di resti umani

Genzano – “La cronaca locale” scrive Rosario Neglia, consigliere di Genzano “ha generato una particolare attenzione, da parte dei cittadini, circa il rinvenimento di bare e resti umani sul pendio del cimitero comunale di Genzano prospicente il lago adiacente”.

“Non c’è niente di più deprecabile che vedere le salme dei nostri defunti oltraggiate in un momento storico in cui i media snocciolano ogni ora cifre circa le morti che ci accompagnano a causa della pandemia”.

“Non voglio assolutamente speculare politicamente sulla notizia” prosegue Neglia, “ma porre una DOMANDA a nome di migliaia di cittadini che, smarriti e perplessi, si chiedono chi mai possa essersi reso responsabile di tanto scempio. Per questo chiedo al Sindaco di far conoscere alla cittadinanza se l’ufficio preposto abbia contezza dell’attuale situazione del cimitero comunale, disponendo di un aggiornato censimento circa le concessioni aggiornate e delle attività che quotidianamente vengono svolte all’interno del cimitero dal personale incaricato”.

“Rivolgo questo quesito durante le doverose indagini disposte dalla Procura, in particolar modo perché noi tutti vogliamo essere rassicurati dall’attuale Giunta, perché dai prossimi accertamenti non si debba venire travolti da ulteriori macabre scoperte, che porterebbero la nostra Genzano” conclude Neglia, che richiede risposta scritta e orale al prossimo Consiglio comunale “a essere ricordata non più come la Città dell’Infiorata, ma solo nelle prime pagine di cronaca nera nazionale”.

Condividi

Redazione

Un pensiero su “Genzano, Neglia interroga su gestione cimitero dopo il ritrovamento di resti umani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *