Ariccia, scoperto a Vallericcia capannone con mezzi da lavoro rubati: arrestato un 70enne (FOTO)

Ariccia, scoperto a Vallericcia capannone con mezzi da lavoro rubati: arrestato un 70enne (FOTO)

Ariccia – È stata un’indagine molto rapida, quella che ha portato al ritrovamento di una decina di mezzi da lavoro e agricoli rubati all’interno di un capannone nelle campagne di Vallericcia.

A condurre l’indagine, i carabinieri della locale stazione in collaborazione con i colleghi di Genzano, che avevano fatto un primo intervento nella zona.

I mezzi erano stati rubati da un terreno di una ditta di costruzioni edili e movimento terra di Palestrina e presso una nota tenuta agricola di Pomezia, che lavora anche per il Vaticano. Dopo essere stati rubati erano stati portati e nascosti accuratamente, di notte, in un capannone industriale di Ariccia, in una zona interna e rurale.

Le indagini dei carabinieri, grazie a un satellitare Gps ancora attivo su uno di questi mezzi, li hanno indirizzati verso la zona di Vallericcia, in una stradina interna a ridosso di Genzano.

Qui i militari, qualche notte fa, hanno aperto le porte e trovato davanti a sé un vero e proprio autosalone di grossi mezzi da lavoro e agricoli, dal valore di almeno 70-100mila euro l’uno, per un valore complessivo di circa un milione di euro.

I proprietari dei mezzi, alla notizia del rinvenimento, hanno ringraziato i militari delle stazioni di Genzano e Ariccia per la veloce indagine portata a termine in due giorni dalla data delle denunce. Erano 6 camion e alcuni bobcat di una nota ditta di costruzioni edili di Palestrina e una grande seminatrice di proprietà di un’azienda agricola di Pomezia, che aveva dovuto sospendere anche le attività di semina e concimatura nei suoi terreni pometini.

I mezzi sono stati tutti restituiti e le indagini successive hanno portato all’arresto, per ricettazione, di un uomo, un pensionato di zona che gestiva il capannone di mezzi rubati.

Proseguono le indagini dei Carabinieri di Ariccia, che stanno ricostruendo tutti i pezzi dell’articolato mosaico criminale della banda di ladri per capire chi li ha materialmente rubati e portati lì in piena notte.

Condividi

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *