Angeletti (FdI Castel Gandolfo): “Barriere architettoniche, c’è ancora da parlare…”

Angeletti (FdI Castel Gandolfo): “Barriere architettoniche, c’è ancora da parlare…”

Castel Gandolfo – “Torniamo a parlare di fatti concreti e cioè delle difficoltà e dei problemi che ogni cittadino si trova ad affrontare nella quotidianità. Ogni cittadino, si, perché molto probabilmente, ad alcuni componenti della politica di maggioranza della nostra città, questo termine non è del tutto chiaro. O forse lo è in parte”.

Inizia così una nota di Fabio Angeletti, esponente Fratelli d’Italia per Castel Gandolfo.

“Fratelli d’Italia, e in particolare il suo Circolo di Pavona di Castel Gandolfo” sottolinea Angeletti “torna nuovamente a richiamare l’attenzione della Giunta comunale, a forte trazione di sinistra, sulle varie difficoltà che giornalmente le persone diversamente abili si trovano ad affrontare”.

“Abbiamo avuto la conferma ufficiale, da parte dell’Amministrazione comunale, circa l’assoluta mancanza del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche, cioè di quello strumento di cui ogni Ente locale (e centrale) è obbligato a dotarsi dal lontano 1987”.

“Diritto alla mobilità, diritto all’accessibilità… Pensare di poter fare addirittura una legge (e tante altre a seguire) per vedersi riconosciuto un diritto già sancito dalla nostra Costituzione, e addirittura ricorrere al Commissariamento di quell’Ente che non si adegua, ha semplicemente del ridicolo. Pensare di essere nell’anno 2021 e continuare ad assistere a un assordante silenzio delle istituzioni locali difronte alle innumerevoli denunce sul tema portate avanti dal locale circolo di Fratelli d’Italia la dice lunga sulla reale attenzione che questa politica dimostra di avere difronte dei cittadini che hanno maggiore necessità di essere tutelati”.

“Oggi desidero rivolgermi ancora una volta a quei politici, di maggioranza e di minoranza, che si sono dichiarati pronti a ‘chiudere le proprie bandiere nel cassetto e pensare al bene della cittadinanza, al bene del territorio'” va avanti Angeletti. “A quelli che urlano ‘uno vale uno’ e ‘nessuno deve rimanere indietro’. A quelli che difendono il proprio scarno trincerandosi dietro una bandiera con su scritto Partito ‘Democratico’ e riempiendosi la bocca di belle parole quali ‘insieme per vivere meglio’, ‘sostegno alle fasce più deboli’ e tante altre andate di moda in occasione di entrambe le campagne elettorali”.

“Come è noto, il Partito di Giorgia Meloni non ha alcun rappresentante in seno al Consiglio comunale, quindi è nell’impossibilità di presentare interrogazioni e mozioni in grado di incidere sulla vita dei cittadini castellani e, in particolare, di quella parte della popolazione che si deve scontrare con le difficoltà dovute alla mobilità e all’accessibilità nei luoghi e negli spazi pubblici. Ed è per questo motivo che ho deciso di preparare e mettere a disposizione delle forze di opposizione due mozioni che mirano sostanzialmente a impegnare il Sindaco e la Giunta ad avviare nel più breve tempo possibile quelle attività necessarie al fine di giungere in tempi ragionevolmente brevi all’adozione del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche e all’installazione e all’adeguamento di alcune pensiline poste nelle aree di attesa del servizio di Trasporto Pubblico Locale e di Scuolabus”.

“Alle forze che, invece, compongono la maggioranza, sento il dovere di rivolgere loro un appello: un disabile, che sia residente o turista, deve avere una vita quanto più possibile ‘normale’ e la normalità si mostra nel potere raggiungere da solo un ufficio comunale, una chiesa, un teatro, una biblioteca, la spiaggia… senza dovere salire scale, per lo stesso impraticabili, o senza percorrere sentieri tortuosi e pieni di insidie per raggiungere gli arenili del Lago Albano”.

“Mettete da parte l’orgoglio che fino a oggi avete mostrato di possedere in Consiglio comunale” conclude Angeletti “e pensate, finalmente, a rivolgere lo sguardo verso quella categoria di persone che nella vita sono state meno fortunate di noi. Qui troverete la mozione per l’adozione del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (CLICCA QUI). Qui, invece, troverete la mozione per l’installazione e adeguamento di pensiline sul territorio comunale (CLICCA QUI)“.

Condividi

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *