Nemi, il Milite Ignoto diventa cittadino onorario

Nemi, il Milite Ignoto diventa cittadino onorario

Nemi è tra i primi Comuni Italiani ad aver reso cittadino onorario il “Milite Ignoto”, un militare italiano morto durante la Prima Guerra Mondiale e sepolto a Roma sotto la statua della dea Roma, all’Altare della Patria di Piazza Venezia.

99 anni fa, il 28 Ottobre 1921, fu una delle 11 salme di caduti di guerra non identificabili scelte nella basilica di Aquileia (UD) e trasportate nella Capitale.

Il conferimento della cittadinanza onoraria al Milite Ignoto da parte del Comune di Nemi è stato uno dei punti di discussione dell’Ordine del Giorno nell’ultimo Consiglio comunale, in data 15/10/2020.

Come è stato spiegato sul sito Internet ufficiale del Comune di Nemi, “Nel 2021 si celebreranno i cento anni dalle sepoltura presso l’Altare della Patria del Milite Ignoto ed è per questo che Nemi è stato tra i primi Comuni d’Italia a conferire la cittadinanza onoraria al soldato caduto in guerra per difendere la Patria“. “Attraverso questa delibera” ha dichiarato il Sindaco di Nemi Alberto Bertuccici onoriamo di rendere il milite ignoto un figlio di Nemi“.

Condividi

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *